Comune di Alpignano - Provincia di Torino - Piemonte

martedì 17 ottobre 2017

Navigazione del sito

Percorso di navigazione

Stampa Stampa

PINO MASCIARI

Pino Masciari

Il 27 novembre 2008, presso il Salone Museale di via Matteotti 2, si è svolta la cerimonia di conferimento della CITTADINANZA ONORARIA A PINO MASCIARI.

Tale onorificenza è stata conferita per la prima volta da parte del Consiglio Comunale della nostra città, con voto unanime.

Perché a Pino Masciari, chi è costui?

Pino Masciari cominciò a lavorare alla fine degli anni 70 nell`impresa edile del padre Impresa che rilevò nel 1988, alla morte di quest`ultimo. I suoi problemi iniziarono il giorno in cui decise di non sottostare più alle pressioni mafiose dei politici e al racket della `ndrangheta. La criminalità organizzata, insieme a personaggi di spicco del mondo politico ed istituzionale, cominciò a intralciare le sue imprese di costruzioni edili bloccandone le attività, rallentando le pratiche nella pubblica amministrazione e intralciando i rapporti con le banche con cui egli operava.

Dopo essere stato oggetto di furti, incendi, danneggiamenti e minacce, uno dei suoi fratelli, in particolare, fu avvicinato da sconosciuti che gli spararono alle gambe. Pino, che nel frattempo aveva subito numerose perdite economiche, fu costretto da malavitosi a non costituirsi parte civile. Contemporaneamente le banche gli consigliavano di rivolgersi agli usurai per ottenere quella liquidità che gli veniva meno dai mancati pagamenti dei lavori, già realizzati, per i quali egli investiva le proprie risorse.

Nel 1994 sull`orlo del fallimento Pino deve licenziare tutti i suoi operai. Il 22 novembre dello stesso anno incontra il Maresciallo Nazareno Lo Preiato, allora Comandante della Stazione dei Carabinieri di Serra San Bruno. Inizia così a raccontare, seppure a grandi linee, le vicende cui egli doveva far fronte. Le sue denuncie successivamente arrivano alla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro i cui giudici, valutate la vastità dei racconti e dei personaggi accusati, considerato il pericolo grave e imminente a cui Pino e la sua famiglia erano sottoposti, prospettarono l'assoluta necessità di entrare sotto tutela del Servizio Centrale di Protezione.

Il 18 ottobre 1997 Masciari viene quindi sottoposto al programma di protezione previsto per i testimoni, e da allora fu allontanato dalla sua terra perchè ritenuto, lui e la sua famiglia, in grave pericolo di vita.

Pino Masciari con la sua famiglia vive da ormai undici anni "deportato" in località protetta, senza alcuna speciale protezione e nessun cambiamento d'identità, senza alcuna possibilità di lavoro nè per lui nè per Marisa, sua moglie.

Per questi motivi molti giovani e associazioni si stanno muovendo al fine di sostenere in ogni modo l'intera famiglia Masciari.

Nel frattempo diverse città italiane cominciano a farsi sentire al fine di appoggiare l'ex-imprenditore conferendogli la cittadinanza onoraria, così è stato a Torino il 10 novembre così è stato il, 27 novembre 2008, ad Alpignano.

Pino sta continuando a lottare, non ha intenzione di abbandonare questa guerra. Ma ha bisogno del coinvolgimento e della condivisione di tutti per una nuova cultura della legalità e del rispetto delle regole.

Noi non siamo una grande città, il nostro gesto non avrà grande rilevanza presso l’informazione Nazionale, ma crediamo molto in quello che abbiamo deciso all’unanimità, nel Consiglio Comunale del 30 giugno 2008.

Noi crediamo fermamente nella legalità, alla quale abbiamo dedicato numerose iniziative in particolare nel corso del 2008; crediamo inoltre nella pace e nella giustizia sociale che si nutrono della partecipazione e del rispetto delle regole .che sono alla base della nostra Costituzione.

Per questi motivi, Alpignano ha deciso di conferire la Cittadinanza Onoraria a Pino Masciari, un eroe dei nostri tempi ed io sono particolarmente orgoglioso di aver potuto compiere questo gesto a nome dell’ Amministrazione Comunale, del Consiglio Comunale e di tutti gli Alpignanesi.


Skip Navigation Links.




 

Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Alpignano, Viale Vittoria 14
10091 Alpignano (TO) - Telefono: 011-9666611 Fax: 011-9674772
C.F. 86003150017 - P.Iva: 02465950018
E-mail: protocollo@comune.alpignano.to.it   E-mail certificata: protocollo.alpignano@legalmail.it